Tag Archives: Onlus

IL 5X1000 A FONDAZIONE RENATO PIATTI, UN’AZIONE A COSTO ZERO PER IL BENE DELLE PERSONE CON DISABILITA’

Alice, Alessio e tutti le altre 400 persone con disabilità intellettiva e relazionale di cui Fondazione Renato Piatti onlus (www.fondazionepiatti.it) si prende cura ce lo ricordano dai manifesti e dai volantini della campagna “Ci insegna a…”

5x1000_alice_aziende Read More →

Share Button

Prima candelina per il Centro Autismo (CTRS) di Fondazione Piatti a Milano

Un anno fa l’open day della struttura, oggi accoglie 39 bambini

Un anno fa Fondazione Piatti ha ufficialmente aperto al pubblico il CTRS di Milano, con un open day a cui hanno preso parte oltre 250 persone. Allora venivano presentati gli ambienti del Centro, nuovissimi, con l’entusiasmo e l’attesa per i bambini che presto sarebbero arrivati a popolare quegli spazi, rendendo il centro “vivo”. E i bambini sono arrivati: oggi il CTRS di Milano accoglie 39 bambini con autismo e disturbi pervasivi dello sviluppo. “L’ultimo è arrivato proprio oggi” informa Paolo Aliata, Responsabile della struttura.

Il bambino più piccolo si chiama Alessio: ha poco più di 2 anni, compiuti alla fine dello scorso mese.

14264717977_98f048f199

Read More →

Share Button

Fondazione Piatti insignita del “PAUL HARRIS fellow” DAL ROTARY CLUB VARESE

La massima onorificenza internazionale rotariana è stata conferita a Fondazione Renato Piatti onlus, come si legge nella lettera di motivazione, per il suo essere “porto d’amore per un gran numero di famiglie” e nel contempo un “modello di servizio sociale e di efficienza organizzativa”.

Varese, 4 giugno 2014 – Un riconoscimento pieno di significato quello che il Rotary Club Varese ha attribuito, il 29 maggio scorso, a Fondazione Renato Piatti onlus. Si tratta del prestigioso “Paul Harris Fellow”, istituito nel 1947 in memoria del fondatore del Rotary Club e assegnato a personalità, enti o associazioni che si distinguono per l’attività di servizio in linea con i programmi educativi, umanitari e culturali che Rotary sostiene.

10440799_10152495890837658_1403138512555477785_n

Read More →

Share Button

Conferenza Stampa: La Nuova Brunella – Centro per le Disabilità e la Famiglia

Fondazione Renato Piatti Onlus presenterà in una conferenza stampa il nuovo Centro per le Disabilità e la Famiglia La Nuova Brunella il prossimo giovedì 15 maggio dalle ore 10:30.

In questa occasione sarà posata la prima pietra del nuovo Centro per le Disabilità e la Famiglia che sorgerà nel complesso della Brunella a Varese, in via Francesco Crispi, 4.

La conferenza si terrà nella Sala Riunioni del Consultorio La Casa al 4° piano.

Per informazioni:

fondazionepiatti@shincommunication.com

Tel. 02 39547601

save_the_date_v_02

Share Button

THE VAN PROMUOVE IL 5X1000 DELLA FONDAZIONE RENATO PIATTI

L’agenzia milanese guidata da Luca Villani e Steven Berrevoets ha realizzato la campagna di fund raising della onlus varesina. Affissioni, materiali di comunicazione diretta e web sono gli strumenti scelti per diffondere un concetto “alternativo” di assistenza: sono i ragazzi della Fondazione, infatti, a insegnarci a sorridere e vedere la vita da un altro punto di vista

Milano, 28 Aprile 2014

Un altro tassello importante si aggiunge a una collaborazione che prosegue ormai da tre anni. È la nuova campagna pubblicitaria realizzata da The Van per il tradizionale appuntamento di fund raising del 5X1000 di Fondazione Renato Piatti, onlus attiva nella cura di persone con disabilità intellettiva e relazionale nelle province di Varese e Milano.

Un rapporto, quello tra The Van e Fondazione Piatti, iniziato nel 2011 con il restyling e il coordinamento editoriale della newsletter della onlus e proseguito negli anni successivi proprio con l’ideazione  delle campagne per la devoluzione del 5X1000.

La nuova campagna sarà on air a partire da lunedì 7 aprile a Varese e negli altri Comuni della provincia in cui sono presenti i centri della Fondazione, come Besozzo e Sesto Calende: i soggetti scelti saranno declinati in affissioni (manifesti murali 6X3, poster di vari formati e locandine), in materiali below the line e in formati digitali per il web. La campagna sarà visibile online sul sito della onlus (www.fondazionepiatti.it) e sui canali social della Fondazione.

«Abbiamo ripreso il concetto della campagna esistente – spiega Maurizio Ferrari, responsabile marketing  e fund raising di Fondazione Piatti – attualizzandolo con una grafica completamente nuova, più fresca e colorata e con nuovi soggetti. Il concept rimane immutato: l’assistenza ai disabili è, oltre che un servizio sociale, una straordinaria occasione per riscoprire la vita con i loro occhi».

«Abbiamo proposto diverse soluzioni creative – aggiunge  Luca Villani, managing director di The Van – ma alla fine abbiamo concordato che il concept “ci insegna a…” fosse ancora attuale, toccante e soprattutto profondamente vero».

L’art direction della campagna è stata realizzata da Steven Berrevoets, partner e direttore creativo di The Van.

The Van – “Buone idee e senso pratico”. The Van è un’agenzia creata e guidata da Luca Villani e Steven Berrevoets che crea progetti e strumenti di comunicazione integrando tutti i principali media, con una forte specializzazione nella produzione di contenuti editoriali. The Van lavora per aziende italiane e internazionali: fra le più note, Alstom, ATM, Banco Popolare, Benetton Group, Borsa Italiana, Compass, Edison, Estel, Librerie Feltrinelli, Peg Perego, Randstad.

Fondazione Renato Piatti Onlus Fondazione Renato Piatti Onlus è stata costituita nel 1999 a Varese per volontà di alcuni soci della locale Anffas (Associazione Famiglie di persone con disabilità intellettiva e/o relazionale) allo scopo di progettare, realizzare e gestire servizi a favore delle persone con disabilità intellettiva e relazionale e delle loro famiglie. Attualmente gestisce 13 centri nelle province di Varese e Milano, nei quali si prende cura di oltre 300 persone, attraverso l’impegno di circa 350 tra operatori e volontari.
Contatti:

The Van Luca Villani –  lvillani@thevan.it +39 335 7076074

Fondazione Renato Piatti Onlus Maurizio Ferrari – maurizioferrari@fondazionepiatti.it +39 349 8288676

Share Button

PROGETTO DI FONDAZIONE PIATTI SELEZIONATO DA FONDAZIONE CARIPLO 1.200.000 EURO PER “LA NUOVA BRUNELLA” CENTRO PER LE DISABILITà e la famiglia

Il progetto di riqualificazione in chiave sociale dell’immobile già sede del seminario dei Frati Minori Francescani alla Brunella è stato scelto nell’ambito del piano degli interventi emblematici di Fondazione Cariplo, riservato per il 2013 alle province di Varese e di Como. Il Centro per le Disabilità e la Famiglia si chiamerà “La Nuova Brunella”, nel segno di un rinnovamento nel solco della continuità con lo spirito solidale che ha nel luogo radici profonde. Un bene che rimane alla città di Varese e che rappresenterà una risorsa innovativa per tutte le famiglie del territorio.

Varese, 2 aprile 2014 – Il progetto di nuovo Centro multiservizi per le Disabilità e la Famiglia, presentato da Fondazione Renato Piatti Onlus lo scorso novembre a Fondazione Cariplo nell’ambito del piano degli interventi emblematici riservato per il 2013 ai territori di Varese e di Como, è stato selezionato dalla Fondazione erogativa lombarda, che ha stanziato a suo favore un contributo di 1.200.000 euro. Lo ha reso noto la stessa Fondazione Cariplo ieri, al termine della seduta del Consiglio di Amministrazione che ha deliberato in materia.

Crispi

Read More →

Share Button

Fondazione Piatti apre a Milano il nuovo Centro Terapeutico Riabilitativo Semiresidenziale di NPIA per l’Autismo e i Disturbi Pervasivi dello Sviluppo Una nuova risorsa per tutta la comunità

Le famiglie di bambini con autismo e disturbi pervasivi dello sviluppo che vivono a Milano, in

provincia e in tutta la Lombardia hanno un nuovo punto di riferimento.

Un Centro specializzato, gestito da Fondazione Renato Piatti Onlus, che si configura

quale Unità di offerta semiresidenziale di Neuropsichiatria dell’Infanzia e dell’Adolescenza convenzionata con il Servizio Sanitario Regionale. Oggi Open Day di presentazione e visita: oltre 150 persone hanno aderito online all’iniziativa.

 

Milano, 17 Giugno 2013 –  Con l’Open Day di oggi, che prevede presentazione e porte aperte agli interessati, prende il via l’attività del nuovo Centro Terapeutico Riabilitativo Semiresidenziale (CTRS) per il Trattamento dell’Autismo e dei Disturbi Pervasivi dello Sviluppo gestito da Fondazione Renato Piatti Onlus presso il Centro Mafalda Luce di via Rucellai, 36, a Milano.

Responsabile della struttura è il dottor Paolo Aliata, già responsabile organizzativo di Ledha (Lega per I Diritti delle Persone con Disabilità) e in precedenza coordinatore della farm community per persone con autismo di Cascina Rossago (Pavia).

Centro Terapeutico Riabilitativo Semiresidenziale di NPIA per i Disturbi Pervasivi dello Sviluppo

presso il Centro Mafalda Luce – Via Rucellai, 36 – Milano

La nuova unità di offerta di neuropsichiatria dell’infanzia e dell’adolescenza di Fondazione Piatti, le cui prestazioni standard sono convenzionate con il servizio sanitario regionale (pertanto non a pagamento per le famiglie), si propone di operare fattivamente nella rete integrata dei servizi pubblici e del privato sociale no profit, contribuendo ad assicurare, in particolare ai bambini e preadolescenti e alle loro famiglie, una presa in carico abilitativa globale e multidisciplinare.

Il servizio è stato pensato prevalentemente per i bisogni abilitativi precoci di bambini in età 25 anni con diagnosi di autismo o di disturbi pervasivi dello sviluppo. Il centro sarà disponibile inoltre per ragazzi in età compresa tra i 6 e i 14 anni, mentre per la fascia 1518 anni potranno essere valutate forme di progettazione con altri enti operanti presso il Centro Mafalda Luce.

Il CTRS conta su un’equipe multidisciplinare composta da neuropsichiatri, psicologi clinici, educatori professionali e terapisti della riabilitazione secondo le modalità previste dai requisiti di accreditamento.

Il modello di intervento si basa sulle Linee guida 20112015 per il trattamento dei disturbi dello spettro autistico dell’Istituto Superiore della Sanità. Per ogni bambino viene definito un piano di intervento abilitativo personalizzato concordato con la UONPIA e la famiglia, focalizzato sui punti chiave dello spettro autistico: autonomie primarie, abilità di comunicazione, abilità sociali, controllo/riduzione dei comportamenti problema, autodeterminazione.

“Il nostro primo obiettivo è quello di avere un ambiente che si adatti quasi plasticamente alle esigenze dei bambini e che sia facile da capire e interiorizzare. Ecco perché abbiamo scelto di seguire il principio del come se, che suggerisce di organizzare gli spazi per renderli il più possibile assimilabili a quelli della reale vita quotidiana”, spiega il responsabile del CTRS, dottor Paolo Aliata. “Ci saranno gli spazi per le attività a tavolino arredati con i comuni banchi di scuola e gli spazi per il relax e lo svago che replicheranno la cameretta di casa”.

“Molto spesso il bambino o la bambina con autismo ha grandi difficoltà a trasferire le esperienze da un contesto all’altro.”, precisa il dottor Michele Imperiali, Direttore Generale di Fondazione Rento Piatti Onlus, “Rompere questa rigidità non è certo semplice, ma con l’approccio del “come se” cerchiamo di agevolare al massimo questo passaggio. E’ bene sottolineare che in questi percorsi individuali non può esserci nulla di preordinato ma che è indispensabile adattarsi in corso d’opera alle specificità di ciascun bambino”.

In base ai bisogni e all’intensità del trattamento (alto, medio, basso) i bambini potranno accedere al servizio anche tutti i giorni, dal lunedì al venerdì, al mattino (fascia 25 anni dalle 9.30 alle 12.00) oppure al pomeriggio (fascia 611 dalle 14.00 alle 16.30). Per i ragazzi dai 12 ai 14 anni le frequenze saranno inferiori (23 volte alla settimana), ma con orario più lungo (13.3018.00).

Per accedere al centro convenzionato con il servizio sanitario regionale le famiglie devono rivolgersi alle Unità Operative di Neuropsichiatria dell’Infanzia e dell’Adolescenza (UONPIA) del territorio, le quali, a seguito di diagnosi e valutazione abilitativa, potranno concordare l’invio alla struttura. Le prestazioni sanitarie sono totalmente gratuite. Le eventuali prestazioni extra‐sanitarie verranno configurate sotto forma di “prestazioni aggiuntive”.

“Ad oggi, ovvero ad appena un mese dalle nostre comunicazioni ai servizi preposti, abbiamo già avuto contatti e segnalazioni di interesse per una ventina di bambini, a testimonianza del fatto che il bisogno di intervento precoce è senz’altro rilevante”, conclude Michele Imperiali. “Per non dire poi delle adesioni a questa giornata, che sono state decisamente superiori alle aspettative: 150 persone registrate online in pochi giorni, un segno di attenzione da parte della comunità che ci rende orgogliosi del lavoro che ci accingiamo a svolgere.”

Per consultare la cartella stampa clicca QUI

Per maggiori informazioni sulla Fondazione Piatti clicca QUI

Share Button